Foreign Language Fiction

Download Lettere d'amore nel frigo by Luciano Ligabue PDF

By Luciano Ligabue

Consistent with Luciano Ligabue le canzoni non sono poesie in musica. Sono canzoni, un'altra cosa. A maggior ragione, le poesie non sono canzoni senza musica. Sono - questo sì - un altro modo di raccontare storie ed emozioni. Oueste poesie segnano un esordio ma, in qualche modo, anche un ritorno al Ligabue delle origini, il Ligabue dei primi album e dei racconti di "Fuori e dentro il borgo" più che del romanzo "La neve se ne frega", il Ligabue che riscopre il gusto di raccontare persone e personaggi. C'è il padre morente, il figlio che cresce, ma anche l. a. strana insegnante di educazione fisica, e l'antipatico Marzio, c'è "B", che "è tornato, è morto, ma si period sbagliato", c'è los angeles bambina scappata di casa tanto pace fa. Non solo storie. Una raccolta che alterna analogie e rimandi a improvvisi "intervalli". Poesie che non hanno una morale - ci mancherebbe - ma che non hanno paura advert affermare che nella vita occorre "accettare meraviglia" ed essere, sempre e comunque, come "un paio di farfalle dure a morire". Testi che riconoscono nei maestri della poesia americana del Novecento un punto di riferimento, dai quali Ligabue - come ogni allievo che si rispetti - si allontana subito. Perché l. a. sua voce, anche nelle poesie, è inconfondibilmente e solo sua. Indice Uno: - Prima di accendere l. a. tivú; - Luci di posizione; - put up it; - Il guscio rotto; - Gli anni in cui eravamo distratti; - los angeles tasca destra dei calzoni; - l. a. bacchetta che indica le lettere più piccole; - Avviso in keeping with i non atei; - Acqua in step with acqua; - Ballata di b; - Fino a prova contraria. Due: - Cosa non mettere in valigia... Tre: - Liberi tutti... Quattro: - Mio figlio che ce l. a. fa... Cinque: - Ce lo vedi Mick Jagger morire a ventisette anni?... Sei: - Oggi domani ancora... Sette: - Corsi di nuoto...

Show description

Read Online or Download Lettere d'amore nel frigo PDF

Similar foreign language fiction books

Schachnovelle GERMAN

Stefan Zweig: SchachnovelleAuf einem Passagierdampfer, auf der Passage von big apple nach Buenos Aires, kommt es zu einer außergewöhnlichen Konfrontation: Der amtierende Schachweltmeister Mirko Czentovic, ein derber, unsensibler Mensch, dessen Inselbegabung für Schach alleine und verloren in charakterlicher Ödnis liegt, tritt auf Veranlassung weiterer Passagiere gegen den geheimnisvollen, sensiblen Österreicher Dr.

Der Weihnachtsverdacht. Roman

Lucien ist in der Dunkelheit der Londoner Unterwelt verschwunden und seit Monaten nicht mehr gesehen worden. guy munkelt, dass er seiner verruchten Geliebten, der schönen Sadie, ins Verderben gefolgt sei. Auf Bitten seines Vaters macht sich der Arzt Henry Rathbone auf, den verlorenen Sohn zurückzuholen.

Extra info for Lettere d'amore nel frigo

Example text

L'altro giorno nella tratta milano-cancun un passeggero e una assistente di volo chiusi nel bagno virando sopra i sospetti e la coda fuori hanno fatto il loro tentativo 34 la malizia del croupier non c'è bisogno di tutta questa las vegas perché non venga mai notte o perché sia sempre e solo notte per fare il giro del mondo dell'ovvio inforcando occhiali da sole da sera e perdere per girare il caleidoscopio sposandosi al volo e perdere per farsi chiudere a chiave dal primo deserto a tiro non serve tutta questa las vegas per provare la fortuna o farsi provare da lei e pagare così poco l'alloggio per saldare poi il conto con altre scommesse e perdere non c'è bisogno di lasciar fare all'inverno né all'inferno di conservare le ceneri o aprire il paracadute sempre più tardi di mostrare a tutti l'orecchio del toro di sapere che il trucco c'è e non volere sapere quale 35 così da fare in tempo per lo spettacolo del giorno dopo e lasciare passare bus di vecchiette l'una via l'altra a scommettersi la pensione e comprarsi il passatempo loro che di tempo ne hanno così poco non c'è bisogno di tutta questa las vegas per sentire il ghiaccio tintinnare ovunque intimare il sette ai dadi lasciare mance al croupier alla cameriera al barista al sindaco al presidente e perdere 36 il silenzio dello scalpello i pensieri cui siamo abituati si abituano a noi e la loro unica preoccupazione è che il nostro prossimo amore non sia tale da cacciarli ingrati come possiamo essere di qua 37 le cartoline non inviate se ne andranno i bambini che sanno i cartoni animati possibili come quelli aggrappati agli stipiti il secondo giorno di scuola se ne andranno i bambini che sanno tutto in casa e quelli che hanno già capito e non l'avevano chiesto se ne andranno non resteranno nemmeno quelli più veloci dell'ultimo aggiornamento di sistema né quelli che proprio non possono mangiare i meravigliosi piatti preparati con l'amore preoccupato l'amore appostato l'amore quasi rassegnato gli occhi rasenti terra costretti a guardare in alto vedere più cielo se ne andranno i bambini che prendono l'angolo per stare al centro e quelli che corrono e cadono e sotto c'era uno specchio ancora tutto da rompere 38 non basterà l'ipnosi delle cantilene se ne andranno eccome con le gambe muline da dove sono bomber o stelle da dove sono tutto e l'abito fa il monaco casomai se ne andranno lasciando il lieto fine lì dov'è cosa volete che facciano se non andarsene hanno lo zaino pronto appena l'ostetrica li ha battuti hanno progetti per cui non hanno mai fatto domanda hanno cattive informazioni hanno fretta così tanta fretta tutta questa fretta messagli addosso come la maglietta azzurra con la prepotenza che basta per non rispondere con lo sguardo fretta di lasciare il posto a quelli che vengono dopo che già non vedono l'ora di andarsene 39 fretta bestemmiata già al secondo o terzo respiro dopo che se ne saranno andati 40 lettere d'amore nel frigo è uno come tanti che ha le sue lettere d'amore nel frigo e nello scomparto frutta tiene la matrice dei biglietti per lo spettacolo del per sempre se ne ha comprati tanti è perché gli spettacoli durano quel che durano così compra altri biglietti con sopra la scadenza la regolazione è sul tre e nel portauova ci sono foto di donne talmente diverse da essere solo una che nella foto saluta nella ghiacciaia ci sono le sue unghie spezzate e qualche filo di pullover e qualche ricciolo di nylon e una foto di arcobaleni gemelli e musiche involontarie e tazze mezze e mezze e verso il fondo ci sono le voci del piacere cantato nel ripiano sotto ci sono i grafici 41 la parabola è sempre uguale il picco è al via cambia il frigo ogni due anni prende modelli sempre migliori ogni volta che lo apre si mette la giacca e i guanti in pelle ogni volta che lo chiude se li toglie e si sfrega le mani 42 voci che hanno fatto il tuo nome tutte le voci che hanno fatto il tuo nome una era di castello di sabbia fradicia una di foglie di vite una era ordine di stelle una usciva solo col microfono tenuto al collo mentre le tenaglie scure nella vetrinetta non avevano l'impudenza né la bugia di riflettere e quella che si faceva largo tra le alghe e quella falcidiata d'accento e quelle che lo facevano solo al buio c'era anche quella terra di siena diciamolo non erano poche quelle rimaste indietro a farsi trascinare dal corpo ma non scherzavano nemmeno le voci separate in casa almeno un paio volevano il tuo posto quelle voci stonate a fare il tuo nome non c'era bisogno che avessero le erre a posto che si inventassero diminutivi vezzeggiativi abbreviativi era sempre il tuo nome detto da una voce coriacea di limone o una tratteggiata o una con la polpa di mitilo 43 quante urlavano perché non sbagliassi orario quante erano appello sovrappensiero non c'era bisogno di tutti quegli interrogativi tutte le voci che hanno fatto il tuo nome hanno sempre avuto buoni motivi 44 chi sa baciarsi il mare sale il livello dell'acqua cresce la nostra artrosi crescono in altezza i pensieri pericolosi il panico sposta le scelte l'urgenza ha effetti contrari si vede il ditale pieno capace di sette mari ma sale il livello dell'acqua ecco cosa succede scarpe di pelle morbida sono di impaccio al piede il primo effetto evidente è che si rallenta il passo c'è chi si pialla i ciottoli per il rimbalzo del sasso sale il livello ancora si sente il cerchio al ginocchio i passi alimentano onde le nuvole gonfiano l'occhio un attimo e siamo all'inguine più sotto non vedi niente abisso di bestie possibili nessuno si chiami assente qui sale il livello dell'acqua bisognerà fare qualcosa che coi genitali a mollo la gente si fa nervosa 45 ammetti un limite netto non ti hanno fatto anfibio tu coi tuoi gesti di nuoto l'acqua col suo fastidio e ora che stringe la morsa attorno a ogni addome porge problemi antipatici blinda la digestione problema figlia problema ci si dovrà abituare al livido tonfo subacqueo dei battiti del cuore vanno pinne e boccagli e bombole di marca chissà se c'è un altro prescelto che si presenta con l'arca e intanto l'acqua è salita e ora chiude la gola si dice che l'acqua e la vita siano una cosa sola vero come si salva solo chi sa galleggiare chi non si oppone all'onda chi sa baciarsi il mare vero come si salva chi si è attrezzato bene e sotto le proprie costole tiene le scorte piene vero come che l'acqua non abbia niente in rima ognuno è la propria isola proprio com'era prima 46 ci si prova ci si dimentica il pettine sul cranio calvo ci si tira via il muro a vicenda a vicenda ci si strofina via la ruggine ci si passa la prima pietra ci si soffiano gli occhi col solito fazzoletto ci si strappa via il morso l'uno all'altro tanto per allentare un po' la corsa alle mandibole ci si accorge della necessità delle necessità di troppo ci si abbina ci si passano lubrificanti reciproci 47 ridando futuro agli ingranaggi surriscaldati ci si imbarca ci si tira su l'ancora a vicenda a vicenda ci si copia il compito in classe lo si consegna uguale ci si restituisce la carne scambiata per poco con poco ci si imbatte ci si alterna alla guida ai posti dietro al posto del morto ci si infiamma senza cerini senza zippo ci si chiede tanto ci si prova anche a vicenda 48 ballo nel luogo emotivo questa è la parcella per il ballo nel luogo emotivo dove al sicuro è un concetto non rispondente raccontami dell'oro del verde del cobalto dell'indaco anomalo d'aura che non si imprimono nella mia rètina ma nella cera che prova a tenere le piume sì dimmi il presente prossimo leggimelo nei tessuti ricordami ogni ora e quaranta che il corpo si porta sempre un po' avanti con il lavoro informami sul mio fuso orario gemellami al respiro primario gestisci i tempi degli svelamenti 49 dei segreti mappe di orecchie e di piedi fermezza di cambiamenti provami la pressione dimostramela mentre sono qua a non misurare chilometri a non tenere minuti a non considerare contorni a non schivare l'amore 50 a distanza di sicurezza non l'avevano trovato steso a faccia giù nel canale di scarico per ditte fraudolente incavo del braccio vulcanato nutrie curiose a distanza di sicurezza la tana del picchio vuota erba d'argine fatta da poco dal contadino in servizio d'ordine fioritura decisa per abitudine o noncuranza a piccole tragedie di passaggio non l'avevano trovato mescolato alla macchina accartocciata attorno al platano inopportuno mentre il merlo femmina a distanza di sicurezza slacciava i cordoni alla terra strappandone i vermi allungati al limite non era stato trovato come un fermacarte verde in cucina l'osso di pollo come un fermacarte avorio in gola zuccheriera a pezzi lo scatto dei piccioni 51 dal davanzale formiche a distanza di sicurezza trappola per topi non ancora scattata dietro la pattumiera non era stato trovato nel cassonetto con il secondo orrido sorriso alla gola seconda bocca di sangue un sorriso che non ha presente figuriamoci il futuro il coltello nascosto a distanza di sicurezza mentre dalla finestra due piani su spifferi affilati di luce bionda e gemiti di pornostar a fine carriera non l'avevano trovato tanfante di carne fritta sul seggiolino in tela frustato dalla lotteria del fulmine la canna in carbonio piegata dalla tinca che non cede l'amo pescigatto a distanza di sicurezza era il caso di allacciarsi le scarpe a distanza di sicurezza 52 Tre 53 liberi tutti va bene dio hai vinto tu sei sempre il migliore ora però basta rimpiattino giochiamo a qualcos'altro vuoi?

Due 30 cosa non mettere in valigia hai fatto così tanta strada per arrivare fino qui ti è toccato partire bambina la piccola valigia di cartone ci tenevi i rossetti finti il fracasso dell'erba che cresce le confidenze del rivolo l'incisione fucsia delle azalee ci tenevi un astuccio di gemme e la chiave del cespuglio gli occhi hanno preso il colore del cielo a forza di guardarlo per una bambina che sapesse già camminare la radura era il più sicuro dei box ma anche il più insidioso poteva dirti all'orecchio di tenere per te parole come si può fare a meno degli uomini non si capisce perché il tempo avrebbe dovuto fare sconti proprio a te e la valigia si è appesantita delle scarpette da ballerina imbrattate di pece promessa sbugiardata nel tempo di una rosa poi qualche uomo ha provato a prenderti gli hai detto non è il caso ti ha presa lo stesso 31 non ti sei fatta prendere lo stesso il suo problema non era affare tuo certo che anche questo è finito in valigia come poteva essere altrimenti?

Due 30 cosa non mettere in valigia hai fatto così tanta strada per arrivare fino qui ti è toccato partire bambina la piccola valigia di cartone ci tenevi i rossetti finti il fracasso dell'erba che cresce le confidenze del rivolo l'incisione fucsia delle azalee ci tenevi un astuccio di gemme e la chiave del cespuglio gli occhi hanno preso il colore del cielo a forza di guardarlo per una bambina che sapesse già camminare la radura era il più sicuro dei box ma anche il più insidioso poteva dirti all'orecchio di tenere per te parole come si può fare a meno degli uomini non si capisce perché il tempo avrebbe dovuto fare sconti proprio a te e la valigia si è appesantita delle scarpette da ballerina imbrattate di pece promessa sbugiardata nel tempo di una rosa poi qualche uomo ha provato a prenderti gli hai detto non è il caso ti ha presa lo stesso 31 non ti sei fatta prendere lo stesso il suo problema non era affare tuo certo che anche questo è finito in valigia come poteva essere altrimenti?

Download PDF sample

Rated 4.21 of 5 – based on 7 votes